SsangYong richiama i diesel per perdite di carburante, Ford Mustangs per guasto al pedale del freno (settimana 7/21)



Ricorda questa settimana:
- SsangYong - perdita di carburante
- Ford Mustang - pedale del freno
- Alfa Romeo - dischi freno
- Mercedes AMG GT - coprimozzo ruota


Sono stati emessi sei richiami di sei produttori per dieci models nella 7a settimana del 2021 attraverso il Rapex sistema. Alfa Romeo, Audi, Ford, Mercedes-Benz, SsangYong e Volkswagen hanno annunciato un ritiro ciascuno.

Si possono formare micro-crepe attorno al tubo del carburante con il Ssangyong Korando, Tivoli e XLV modelè equipaggiato con il motore diesel “D16DTF”. Il richiamo copre quasi 23,000 auto prodotte tra il 1 luglio 2015 (Tivoli e XLV) e il 22 marzo 2019 (Korando) fino al 7 giugno 2020.

La staffa di supporto del pedale del freno potrebbe non essere abbastanza robusta e potrebbe rompersi in caso di frenata di emergenza molto dura, con quasi 40,000 Ford Mustangsono prodotti tra marzo 2019 e agosto 2020. Alcuni Audi, Volkswagen e Skoda modelRecentemente hanno avuto un problema simile con il pedale del freno - vedere l'articolo Il pedale del freno può rompersi con più di 60,000 VW, Audi, Skoda e Seat models



I dischi freno posteriori possono presentare difetti di materiale con 34 Alfa Romeo Giulia e Stelvio models che sono usciti dalla linea di produzione tra il 4 marzo 2020 e il 20 agosto 2020. Con i quasi 5,000 Mercedes-Benz AMG GT a quattro porte coupes dalla produzione period tra maggio 2018 e aprile 2020, i fermi dei cappucci dei mozzi delle ruote potrebbero non essere in grado di sopportare lo stress mentre il veicolo è in marcia.



Con solo pochi (8) Volkswagen Passat e Touran prodotto tra giugno e ottobre 2019, l'anello di fissaggio della puleggia del sistema di sterzo potrebbe non essere completamente innestato. I sette Audi Q3 I SUV prodotti tra giugno 2019 e gennaio 2020 hanno lo stesso problema. L'anello di sicurezza può staccarsi e successivamente incepparsi con i componenti circostanti, portando al possibile bloccaggio del sistema di sterzo.

Vedi la tabella qui sotto per tutti i richiami di questa settimana.



Ricorda annunciato nella 7a settimana del 2021

Make, Model (anni) Problema
Alfa Romeo Giulia (2020) I dischi del freno posteriore possono presentare difetti di materiale.
Alfa Romeo Stelvio (2020) I dischi del freno posteriore possono presentare difetti di materiale.
Audi Q3 (2019-2020) L'anello di fissaggio della puleggia della cinghia del sistema di sterzo potrebbe non essere completamente innestato.
Ford Mustang (2019 - 2020) La staffa di supporto del pedale del freno potrebbe non essere sufficientemente robusta e potrebbe rompersi.
Mercedes-Benz AMG GT (2018-2020) I fermi dei cappucci dei mozzi delle ruote potrebbero non essere in grado di sopportare lo stress.
SsangYong Korando (2019-2020) Si possono formare microfessure attorno al tubo del carburante.
SsangYong Tivoli (2015-2020) Si possono formare microfessure attorno al tubo del carburante.
SsangYong XLV (2015-2020) Si possono formare microfessure attorno al tubo del carburante.
Volkswagen Passat (2019) L'anello di fissaggio della puleggia della cinghia del sistema di sterzo potrebbe non essere completamente innestato.
Volkswagen Touran (2019) L'anello di fissaggio della puleggia della cinghia del sistema di sterzo potrebbe non essere completamente innestato.

-rb-


Dove ora?

Condividere su:

Inizia una discussione. Condividi la tua vista: Posta un commento su Twitter



Newsletter settimanale

Vuoi ricevere una panoramica settimanale dei richiami di auto nuove?


Versione tedesca
Sulla base dei rapporti di sintesi settimanali delle notifiche RAPEX, pubblicati gratuitamente in inglese su https://ec.europa.eu/rapex, © Unione europea, 2005-2021
I punti di contatto ufficiali degli Stati membri e dell'EFTA-SEE forniscono le informazioni pubblicate in queste rassegne settimanali. Ai sensi dell'allegato II.10 della direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti (2001/95 / CE) la responsabilità delle informazioni fornite spetta alla parte notificante. La Commissione né car-recalls.eu non si assumono alcuna responsabilità per l'accuratezza delle informazioni fornite.
Il contenuto di proprietà dell'UE su questo sito Web è concesso in licenza ai sensi del Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) licenza.