Ford Kuga: rischio incendio con 100,000 SUV ibridi



L'aumento del rischio di incendio nel vano motore è il motivo del richiamo di oltre 100,000 Ford Ibridi Kuga.

Il richiamo, con il codice interno “22S47", preoccupazioni 106,849 veicoli con motore a benzina da 2.5 litri montato sia su una versione ibrida plug-in (PHEV) che su una versione ibrida completa (FHEV). I SUV compatti interessati sono stati prodotti nello stabilimento di Valencia in Spagna tra il 2 agosto 2019 e il 13 giugno 2022.



Il difetto potrebbe danneggiare il motore blocco o coppa dell'olio, a Ford-Il portavoce della Werke GmbH ha detto a kfz-rueckrufe.de. “A causa del design della protezione sotto il cofano del motore e del sistema Active Grill Shutter, olio o carburante possono accumularsi sotto il coperchio del motore in determinate condizioni operative e migrare verso fonti di accensione, con conseguente possibile fuoco sotto il cofano, fusione di componenti o generazione di fumo", ha affermato.

Accordrelativamente al portavoce, le officine autorizzate stanno praticando ulteriori fori di drenaggio nella protezione del sottoscocca in modo che olio/carburante non vi si accumulino. "Inoltre, la griglia del radiatore attiva sarà modificata per migliorare il flusso d'aria al motore durante la guida, riducendo così la temperatura nel vano motore", ha aggiunto.

Non è colpa del motore

Un portavoce Ford-Werke GmbH ha sottolineato che il richiamo riguarda il design specifico del vano motore, non il motore stesso. Pertanto, non verrà intrapresa alcuna azione al riguardo. "Il principale focus del rimedio è il sistema Active Grill Shutter (AGS), che viene modificato dalla rimozione di quattro lamelle per migliorare notevolmente il flusso d'aria sotto il cofano. I fori di drenaggio aggiuntivi sono solo una misura collaterale preventiva e di accompagnamento.

AccordSecondo la stessa fonte, si tratta solo di un'azione precauzionale per la maggior parte delle auto richiamate, come l'automaker si aspetta solo una probabilità molto bassa di danni reali (circa 17 casi ogni 100,000 veicoli).

Precedente Ford Problemi di Kuga PHEV

Questa non è la prima volta Ford ha richiamato il SUV ibrido Kuga. Due anni fa abbiamo segnalato il rischio incendio e la sospensione delle vendite ai clienti. Ford ha persino compensato i proprietari per non essere in grado di utilizzare il sistema ibrido al massimo delle sue potenzialità. Leggi di più nei seguenti articoli:


Dove ora?


Fonte: kfz-rueckrufe.de



Condividere su:

Cosa dovrebbe fare il proprietario?

Se leggi di un richiamo che pensi possa influire sulla tua auto, dovresti make contatto immediato con a rivenditore o officina che è stato ufficialmente autorizzato a eseguire riparazioni per conto del produttore e chiedere i dettagli.

Se desideri saperne di più su eventuali problemi di un'auto specifica (ad es chilometraggio reale, potenziale traffico danni agli incidenti, rollback del contachilometri, riparazione, ecc.), quindi ti consigliamo di andare a HPI-Check.

Controlla la storia del veicolo


Inizia una discussione. Condividi la tua vista: Posta un commento su Twitter

Newsletter settimanale

Vuoi ricevere una panoramica settimanale dei richiami di auto nuove?


Tutti i testi non in inglese sono tradotti automaticamente. Car-Recalls.eu non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza della traduzione. In caso di discrepanze, prevarrà la versione inglese.

Versione tedesca | Česky
Sulla base dei rapporti di sintesi settimanali delle notifiche RAPEX, pubblicati gratuitamente in inglese su https://ec.europa.eu/rapex, © Unione europea, 2005-2022
I punti di contatto ufficiali degli Stati membri e dell'EFTA-SEE forniscono le informazioni pubblicate in queste rassegne settimanali. Ai sensi dell'allegato II.10 della direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti (2001/95 / CE) la responsabilità delle informazioni fornite spetta alla parte notificante. La Commissione né car-recalls.eu non si assumono alcuna responsabilità per l'accuratezza delle informazioni fornite.
Il contenuto di proprietà dell'UE su questo sito Web è concesso in licenza ai sensi del Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0) licenza.